img_0165

ABOUT ME

Matteo Pascotto nasce a Portogruaro, piccola città in provincia di Venezia, il 2 agosto 1983. Diventa chitarrista e cantautore un po’ per caso. A tredici anni si imbatte in una vecchia chitarra di famiglia e decide di sistemarla, è amore. Oltre la passione si dedica con impegno allo studio della musica prediligendo generi come il rock, il blues, e più tardi il soul e il funk. Dopo diverse collaborazioni in vari progetti musicali, all’età di 24 anni Matteo scopre quasi per gioco la calda timbrica della sua voce e decide di provare a scrivere alcuni brani in italiano, sentendo il desiderio di raccontare e raccontarsi.

Nel febbraio 2010 si aggiudica il primo premio al concorso nazionale “Scrivere in Musica” dell’Associazione C.E.M di Pordenone con il brano Le mie mani. Contemporaneamente inizia il lavoro in studio di registrazione del primo disco autoprodotto e la realizzazione del video clip tratto dal singolo Nell’aria. Nell’estate 2011 viene ammesso al CET di Mogol. Nella prestigiosa scuola Matteo frequenta il corso per compositori, sotto la guida del maestro Giuseppe Barbera e, qualche mese più tardi, anche quello per autori ottenendone i rispettivi diplomi. Quella stessa estate del 2011 esce il suo primo album Ora puoi uscire. Seguono una serie di concerti in giro per l’Italia e un’accoglienza positiva da parte di pubblico e stampa.

Per gli anni 2013/2014 partecipa ad Area Sanremo e alla IV e V Edizione del Premio Donida, dove si classificherà rispettivamente come semifinalista e finalista. Il 28 giugno 2014 è a Spoleto 57 Festival dei 2 Mondi, come giovane musicista emergente selezionato per il Premio Siae. In questa stessa serata presenta in anteprima il nuovo brano Senza Meta, ricevendo un’accoglienza calorosa da parte del pubblico e giuria.

Nel Gennaio 2015 esce il nuovo EP acustico Sessioni Domestiche, interamente registrato in un piccolo studio casalingo. Tre inediti chitarra e voce e il singolo La tua armonica, del quale verrà anche realizzato il videoclip. Per la promozione dell’EP, Matteo è attualmente impegnato in una serie di concerti dal omonimo titolo Sessioni Domestiche, strutturati e organizzati con la modalità dell’ house concert, ormai diffusa anche in Italia, dove il musicista si esibisce in un live acustico per un pubblico ristretto all’interno di un ambiente privato.

Fresco di uscita, lo scorso giugno 2017, esce il nuovo album “8 Cose” che raccoglie il lavoro di un anno e mezzo dentro il piccolo studio. Un tempo dedicato alla scrittura di nuovi brani, ad esperimenti sui suoni delle chitarre ed i riff.

Un disco “pop” ma con la sensibilità del blues e del jazz che riprende un pò le fila del suo primo album “Ora puoi uscire”.  Abbraccia sonorità vecchie a melodie e ritmiche molto moderne. Spazio alle chitarre, suoni minimali ed una buona dose di “groove”. Tutto questo è “8 Cose”!

La storia continua…

ENGLISH

Matteo Pascotto was born in Portogruaro, a small town near Venice (Italy), on 2 August 1983. He became guitarist and singer-songwriter by chance. At the age of 13 he found an old family guitar and decided to fix it. It was love. He pursued the study of music with passion and effort, preferring genres such as rock, blues, and later soul and funk. After several collaborations in various musical projects, at the age of 24 Matteo casually discovered the warm timbre of his voice and decided to try writing some songs in Italian, feeling the desire to tell something, also about himself.

On February 2010 he won the first prize in the national competition “Scrivere in Musica” (“Writing in Music”) organized by C.E.M. (Association of Culture and Music) of Pordenone with his song “Le mie mani”. At the same time he started recording his first self-produced album, and the realization of the videoclip of his song “Nell’aria” took place. In the summer of 2011 he was admitted at the Mogol’s school CET (Mogol is a famous songwriter who worked mostly with Lucio Battisti). In that prestigious school Matteo attended the course for composers, under the guidance of Giuseppe Barbera (Italian composer/musician). A few months later he also attended the course for authors. He got both the degrees.

That same summer of 2011 he released his first album “Ora puoi uscire”. Consequently he started a tournée in Italy, receiving a very positive response from public and press. In 2013 and 2014 he attended Sanremo Giovani selections and the IV and V Editions of the Prize Donida, finishing respectively as a semifinalist and finalist. On 28 June 2014 he took part in the 57th Festival dei due Mondi in Spoleto as young up-and-coming musician, selected for the Prize Siae. There he premiered his new song “Senza Meta”, receveing a positive response from public and jury.

On January 2015 Matteo released his new acoustic EP Sessioni Domestiche, entirely recorded in his little home studio. It is made of three unpublished guitar-and-voice songs and the single “La tua armonica”, of which was made the videoclip. In order to promote this EP, Matteo is currently involved in a series of concerts named “Sessioni Domestiche – Live at your home” structured and organized with the house concert mode, now spread also in Italy. According to this mode, the musician permorms for a small audience in a private setting (e.g., a house).

Last June 2017, he released new album “8 Cose” that collects the work of one year and a half in the small studio. A time dedicated to writing new songs, for experiments on the sounds of his guitars and riffs.

A “pop” album with the sensibility of  blues and jazz that incorporates some of her first album “Ora puoi uscire”. Old melodies and rhythmic sounds embraces very modern. Space on guitars, minimalist sounds and a so many “groove”. All this is “8 Cose”!

To be continued…